albertococcia

  • Permalink Gallery

    Cure dentistiche senza “trapano” con il nuovo Laser ad Erbium

Cure dentistiche senza “trapano” con il nuovo Laser ad Erbium

Lo Studio Odontoiatrico Coccia dr Alberto utilizza oggi il nuovissimo LASER AD ERBIO per curare anche le carie più profonde SENZA TRAPANO e SENZA ANESTESIA!

La tecnologia laser ad Erbio consente di sostituire senza il minimo fastidio le procedure terapeutiche tradizionali.

Si tratta, in pratica, di una tecnica minimamente invasiva, utile a curare le carie dei bambini (ma anche quelle di mamma e papà) e a eseguire otturazioni rinunciando sia all’anestesia locale sia al rumoroso e vibrante “trapano”.
Nessun contatto diretto con il dente cariato, nessuna “puntura” anestetica e niente vibrazioni degli strumenti rotanti o o di altri strumenti meccanici.

Solo impulsi luminosi, che agiscono alla distanza di 5-6 millimetri dal dente, in grado di rimuovere il tessuto cariato in maniera altamente selettiva, senza intaccare i tessuti sani circostanti.

coccia dr alberto luigi dentisti odontoiatra a castellammare di stabia (NA) conservativa endodonzia implantologia ortodonzia pedodonzia gnatologia 

Lo sapevi che

L’erosione dentale è un problema emergente negli adolescenti
a causa dell’assunzione di bevande a base di frutta e quelle
analcoliche, come soft-drink e energy-drink. Queste bevande
oltre a contenere elevate quantità di zuccheri, sono anche
acide producendo danni allo smalto, rendendolo meno duro
e facilmente asportabile.

dentista coccia castellammare piazza matteotti 2 telefono 0818712242 0818711439 dr alberto luigi coccia

  • Permalink Gallery

    Abituarsi sin da giovani a prendersi cura di denti e gengive per evitare problemi e costi futuri

Abituarsi sin da giovani a prendersi cura di denti e gengive per evitare problemi e costi futuri

Secondo i dati dell’OMS, il 60-90% dei bambini in età scolare, in tutto il mondo, hanno carie dentale
mentre la malattia parodontale si riscontra nel 5-20% degli adulti di mezza età, con tasso variabile tra le
regioni geografiche.
In Italia, la malattia cariosa, a 4 anni di età, vede l’interessamento del 21,6% degli individui; a 12 anni sono affetti da carie il
43.1% degli individui, mentre nella fascia di età compresa tra i 19 e i 25 anni l’88,2% delle persone presentano lesioni cariose.
Relativamente alla malattia parodontale, negli individui di età maggiore di 35 anni, tale patologia si manifesta nel 60% degli
individui per raggiungere l’80% nelle persone di età superiore ai 55 anni.
Quadri clinici di edentulismo sono presenti nel 6.7% degli individui di età superiore ai 45 anni e nel 60% delle persone
con età maggiore di 80 anni. Il carcinoma orale, invece, si manifesta con una frequenza di 8,44 casi/100.000 uomini e
2.22 casi/100.000 donne. Il fardello delle malattie orali e delle altre malattie croniche può essere ridotto affrontando in
modo simultaneo i fattori di rischio comuni, come fumo e alimentazione scorretta. Una diminuita assunzione di zuccheri ed
una alimentazione equilibrata aiutano a prevenire la carie e la prematura perdita dei denti. Smettere di fumare e ridurre il
consumo di alcol diminuiscono il rischio di cancro orale, malattia parodontale, perdita dei denti.
Il consumo di frutta e verdura ha un’azione protettiva contro il cancro orale.
L’utilizzo di fluoro, specie per via topica, aiuta a prevenire la carie nei bambini e negli adulti. Utilizzando queste strategie di
prevenzione, l’elevato costo delle cure dentali può essere evitato e il peso delle malattie orali ridotto. La corretta prevenzione
primaria e secondaria delle patologie [...]

CHIUSURA ESTIVA 2018

Lo studio resterà chiuso  dal 04 al 19 Agosto.

  • Permalink Gallery

    Scanner intraorale Dental Wings, sistema digitale 3D per la rilevazione dell’impronta della bocca!

Scanner intraorale Dental Wings, sistema digitale 3D per la rilevazione dell’impronta della bocca!

L’impronta dei denti si evolve, lo Scanner intraorale Dental Wings elimina qualsiasi fastidio e abbrevia i tempi.

Con la tecnologia cad/cam e la scansione in 3D, oggi il dr Alberto Coccia rileva l’impronta senza calco, senza pasta e senza nessun disagio per te.

L’impronta digitale risulta essere una tecnica più efficiente rispetto all’impronta tradizionale per quanto riguarda i tempi.

Anche i nostri pazienti hanno preferito la tecnica dell’impronta digitale rispetto alle tecniche convenzionali.

Dentista Coccia Alberto Luigi Castellammare di stabia (NA) scanner intraorale, impronte bocca digitale, ortodonzia e implantologia computerizzata, faccette, corone disilicato e zirconia.

  • Permalink Gallery

    “La malattia parodontale” diagnosi e cura di gengivite e parodontite con l’ausilio del laser.

“La malattia parodontale” diagnosi e cura di gengivite e parodontite con l’ausilio del laser.

Che cosa è la parodontite?
La parodontite (detta anche piorrea, parodontosi, malattia parodontale) è un’infezione cronica delle strutture parodontali. Essa viene causata da particolari tipi di batteri, in parte anaerobici (viventi in assenza di ossigeno), e decorre solitamente in modo asintomatica. Il nostro cavo orale è normalmente colonizzata da più di 500 tipi diversi di batteri. Il nostro organismo per mezzo del sistema immunitario riesce normalmente a fornire una risposta adeguata finché non diventano troppo numerosi. Se l’igiene orale è trascurata, i batteri formano la cosiddetta placca batterica o dentale, uno strato appiccicoso, nel quale i batteri possono facilmente moltiplicarsi in maniera indisturbata. Le tossine prodotte da questi batteri, portano dapprima alla gengivite che si manifesta con gengive che sanguinano quando spazzoliamo i denti.
 

Se la gengivite perdura più a lungo, l’infiammazione può estendersi, in soggetti predisposti, dalle gengive all’apparato parodontale sottostante fino a distruggere le fibre parodontali e l’osso alveolare che sorreggono i denti, creando la malattia parodontale o piorrea.

Si formano allora delle tasche prima gengivali, poi ossee (tasche intraossee), che nascondono al loro interno residui di tartaro e placca batterica auto mantenendo la patologia.
La tasca parodontale e quello spazio che si viene a creare tra dente, gengiva e osso qualora a seguito di una malattia parodontale l’osso vada incontro ad un riassorbimento.
Ciò determina la formazione di uno spazio in cui tartaro e placca batterica principalmente di tipo anaerobio trovano maggiore riparo dalle procedure di igiene orale domiciliare, perpetuando la loro azione di riassorbimento osseo fino alla mobilizzazione dell’elemento dentario ed, evento ultimo, alla sua perdita.
La parodontite, se trascurata, inevitabilmente progredisce, portando alla completa distruzione dell’organo di sostegno dei denti con comparsa di mobilità fino alla perdita dei denti.
Oggi la parodontite si può prevenire e curare efficacemente, [...]

Il tuo dentista consiglia…

Per mantenere più a lungo possibile una corona o un ponte è necessario effettuare visite di controllo frequenti ed una accurata igiene domiciliare con l’aiuto oltre che dello spazzolino anche di fili interdentali specifici, scovolini e idropulsori da passare sotto gli elementi intermedi di ponte.

ferie estive

 Si avvisano i gentili pazienti che lo studio 
chiude per ferie lunedì 07 agosto
e riaprirà lunedì 28 agosto.

Guasto linee telefoniche

Avvisiamo i nostri pazienti che dal giorno 06 luglio 2017 i numeri telefonici 
081.8712242        –        081.8711439
sono momentaneamente fuori servizio causa guasto tecnico.
 
Si prega di contattarci a i seguenti recapiti:
349.8879081             info@dentistacoccia.it 

I denti diventano più bianchi solo dal dentista?

Alimenti, bevande e soprattutto il fumo sono i nemici del colore dei vostri denti. Ma anche gli agenti atmosferici e l’invecchiamento comportano una discromia dentale (l’alterazione del colore dei vostri denti).

In molti casi è possibile intervenire e ripristinare il più possibile il colore originale dei denti attraverso sedute professionali di sbiancamento.

Sono molti i prodotti in commercio definiti come “automedicazione” venduti in farmacia o dalla grande distribuzione ma questi non sono in grado di combattere discromie importanti e la loro efficacia è mirata al mantenimento di quanto ottenuto con una seduta di sbiancamento professionale.

I prodotti “fai da te” hanno infatti concentrazioni minime di perossido di idrogeno, l’agente che determina lo sbiancamento dentale. La normativa europea infatti vieta concentrazioni maggiore dello 0,1% e minore o uguale al 6% di perossido di idrogeno, concentrazioni superiori sono consentite solo per i prodotti ad uso professionale che devono essere prescritti dai soli abilitati all’odontoiatria.

Lo sbiancamento, spiega il dr Alberto Coccia, è un atto medico e come tale è indispensabile una preliminare valutazione da parte del dentista della natura del difetto di colore del dente naturale oggetto del trattamento sbiancante e della propria situazione clinica.

Non tutti i difetti di colore dei denti naturali possono essere risolti tramite lo sbiancamento, spesso essendo le discromie dentali dovute a difetti strutturali dello smalto dentale conseguenti a prolungata assunzione di farmaci in età infantile, a traumi dentali nonché ad ulteriori cause eziologiche non possono essere risolti.

Bisogna poi sempre valutare lo stato di salute delle gengive, dei denti per valutare la situazione in termini di livello di posizione e per accertare se esistano condizioni infiammatorie.

Inoltre la presenza di tartaro richiede una seduta di igiene orale prima del trattamento sbiancante.

Sul argomento bisogna anche specificare che una [...]