Chirurgia

Sarò in grado di tornare a casa o di tornare al lavoro dopo l’intervento chirurgico orale?

Questo dipende dalla natura della chirurgia. In quasi tutti i casi, si deve aspettare di bisogno di qualcuno a guidare a casa, mentre a recuperare dall’anestesia. Si può anche desiderare di avere qualcuno a disposizione per raccogliere eventuali prescrizioni del chirurgo orale scrive. Dal dolore, gonfiore e un po ‘di sanguinamento sono comuni dopo la chirurgia orale, la maggior parte dei dentisti consiglia di non esercitare troppa energia troppo presto. Ricordate, questo è un intervento chirurgico e non deve essere presa alla leggera.
I tempi di recupero variano, ma la guarigione dei tessuti duri può richiedere fino a sei mesi. Si dovrebbe discutere la sua prognosi con il chirurgo. Si aspettano di ricevere orientamenti in materia di follow-up cura e assicurarsi di avere un numero di telefono del contatto per eventuali emergenze.

Da |Novembre 7th, 2013||0 Commenti|

Quando il paziente può tornare al lavoro dopo un intervento per eliminare una lesione peri apicale ?

Il paziente potrà ritornare alla propria attività lavorativa, se non impegnativa dal punto di vista fisico, dopo 4-5 ore dall’intervento. Un giorno di riposo talvolta può essere consigliato a seconda del tipo di intervento richiesto.

Da |Novembre 7th, 2013||0 Commenti|

Come si controlla la riuscita di un intervento a carico di una lesione peri apicale?

Se l’intervento ha avuto buon esito, dopo circa 6-12 mesi, ad un successivo controllo radiografico, l’area di radiotrasparenza deve essere completamente scomparsa. Il dente che ha subito un intervento di apicectomia, se correttamente ricostruito dal punto di vista conservativo o protesico, può a tutti gli effetti avere una prognosi a distanza simile a quella degli altri denti dell’arcata.

Da |Novembre 7th, 2013||0 Commenti|

Quali sono le fasi dell’intervento per eliminare una lesione peri apicale ?

L’intervento consta molto semplicemente di una prima fase in cui si esegue una piccola incisione a livello della gengiva del dente da trattare ed una volta esposta la radice sottostante si ottura l’apice utilizzando un materiale bioinerte (sigillo retrogrado).

Da |Novembre 7th, 2013||0 Commenti|

Quanto dura l’intervento chirurgico per eliminare una lesione peri apicale?

L’intervento viene eseguito ambulatorialmente in anestesia locale; è indolore e di durata variabile a seconda dei casi più o meno complessi. Può essere eseguito non solo sui denti frontali (incisivi e canini), come comunemente si crede. ma anche a livello dei molari.

Da |Novembre 7th, 2013||0 Commenti|

Quando è indicato l’intervento chirurgico per eliminare una lesione peri apicale ?

Una delle più frequenti evenienze che richiede un intervento chirurgico è rappresentata dalla presenza di perni cementati nella radice. In alcuni casi il tentativo di rimuovere il perno può provocare la frattura della radice , evento che condurrebbe all’estrazione del dente. In questi casi, per evitare la frattura radicolare, si preferisce trattare il dente chirurgicamente. Vi sono inoltre indicazioni all’intervento chirurgico di apicectomia che devono essere valutate attentamente dall’Odontoiatra prima di estrarre i denti che potrebbero essere curati con successo. La conservazione di un elemento dentale che può essere curato rappresenta per il paziente un indubbio vantaggio dal punto di vista biologico. Inoltre, in una sola seduta, il paziente risolve il problema dentale senza doversi sottostare a cure lunghe ed onerose, quali l’esecuzione di un lavoro protesico, il classico ponte, per sostituire un elemento dentario estratto.

Da |Novembre 7th, 2013||0 Commenti|

Cosa provoca la formazione di un granuloma apicale?

La causa che porta alla formazione del granuloma è costituita dai prodotti tossici dei batteri che colonizzano la polpa del dente. Per ottenere la guarigione del granuloma basta quindi curare in modo corretto la radice rimuovendo la polpa dentale ed otturando il canale con un materiale bioinerte. La guarigione porta alla scomparsa dell’area scura di radiotrasparenza ed avviene nell’arco di 6 – 12 mesi.

Da |Novembre 7th, 2013||0 Commenti|

Cosa si intende per chirurgia endodontica ?

La chirurgia endodontica rappresenta l’intervento d’elezione quando non è possibile curare un dente con una lesione apicale, chiamata anche granuloma, mediante un normale trattamento canalare attraverso la corona del dente. Il granuloma è una massa di tessuto infiammatorio che circonda l’apice del dente. Di solito si forma quando la polpa dentale, volgarmente chiamata “nervo”, va incontro a necrosi, cioè muore per carie profonda o per traumi. Oppure queste lesioni apicali possono essere l’esito di trattamenti canalari incompleti in cui l’operatore non ha potuto trattare la radice in modo soddisfacente a causa di limitazioni anatomiche. Se l’intervento chirurgico viene eseguito correttamente le percentuali di successo sono elevate.

Da |Novembre 7th, 2013||0 Commenti|

Cosa si intende per cistectomia?

Le cisti si manifestano più frequentemente nella parte ossea della mandibola/mascella. Crescono solo se sono completamente chiuse e si sviluppano molto lentamente. La cistectomia è un intervento chirurgico con il quale asportiamo con cura la ciste. Facendo così evitiamo che cresca ulteriormente, il che porterebbe inevitabilmente al riassorbimento del tessuto osseo.

Da |Novembre 7th, 2013||0 Commenti|

Come comportarsi in caso di emorragia?

Rimanere in piedi o seduti ma NON sdraiarsi, rimuovere eventuali coaguli dal cavo orale, mordere tenacemente nella zona dell’estrazione una garza bagnata o un fazzoletto pulito per non meno di 30 minuti.
Applicare impacchi di ghiaccio finche’ la coagulazione non è ripresa.

Da |Novembre 7th, 2013||0 Commenti|